Diego Cantagalli: “Peccato per questo finale. Avevamo trovato il nostro ritmo e potevamo meritare qualcosa in più”

L’opposto rosanero Diego Cantagalli sulla decisione di interrompere la stagione: “La conclusione del campionato è stato un colpo duro per tutti noi giocatori che facciamo della pallavolo la nostra vita, ma credo sia una scelta giusta e corretta perché serve a tutelare noi e tutte le persone che riempiono i palazzetti per gustarsi il nostro bellissimo sport. Dà dispiacere ma è una scelta condivisibile”.

Sulla stagione:  “A Brugherio mi sono trovato molto bene, sono stato accolto da persone molto amichevoli che mi hanno fatto sentire a casa sia in società sia al di fuori. Ho avuto buon feeling anche con tutti i ragazzi e questo è un aspetto molto positivo perché non sempre si riesce a stare così. I Diavoli sono una società che lavora sicuramente bene e l’esperienza di quest’ anno è stata molto positiva e gratificante. Abbiamo avuto un inizio di campionato a rilento ma giustificato visto che pochi dei ragazzi in squadra avevano esperienza in Serie A. Serviva ad ognuno del tempo per crescere tecnicamente ma soprattutto dal punto vista mentale; la serie A richiede un approccio diverso, bisognava adattarsi ai livelli del campionato ma era anche uno stimolo in più per allenarsi e dare sempre il meglio. Sono un pò dispiaciuto per il finale di stagione perché avevamo trovato il nostro ritmo, avevamo iniziato a credere di più nelle nostre potenzialità e potevamo meritare sicuramente qualcosa in più.

Infine:Voglio salutare tutti i tifosi dei Diavoli Rosa che ci hanno seguito e supportato durante tutto il campionato; sono veramente contento della tifoseria perché non mi sarei mai aspettato di trovare così tante persone vedere giocare dei ragazzi tanto giovani. Ringrazio tutti e soprattutto la società per questa bellissima esperienza che ho vissuto e chissà, magari in un futuro non troppo lontano, ci sarà la possibilità di continuare una nuova avventura insieme”. 

L’opposto, #10 Diego Cantagalli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *